Cosa potete trovare nell'area utenti

  • Home Page: riservata alle comunicazioni di Z-Lab verso i propri clienti
  • Anagrafica E-Mail: consente di verificare ed eventualmente variare gli indirizzi E-Mail che utilizziamo per contattarVi
  • Chiamate: permette di interagire col nostro Servizio Clienti in merito a segnalazioni e richieste di informazioni
  • Stato Licenze: visualizza i prodotti Z-Lab acquistati con le licenze attualmente attive
  • Interventi: permette di consultare l'archivio degli interventi effettuati dai nostri operatori, con possibilità di filtro da data a data
  • Z-Service: servizio Z-Lab per l'inserimento di dati in collaborazione con il personale della Vostra azienda
  • Downloads: Vi permette di scaricare in modo semplice le patch pubblicate per ogni singolo prodotto con le relative note di installazione

Istruzioni: Per avere informazioni sulle funzionalità dell'area riservata e le modalità di utilizzo, potete prelevare il file PDF Manuale Utente

Login area privata

Accedi all'area privata con le tue credenziali

Home / Azienda / News

News

  • 23.10.2012

Decreto Legge 24 gennaio 2012, Art. 62 - Cessione di prodotti agricoli ed agroalimentari

A partire dal 24 ottobre 2012 entrerà in vigore l'art. 62 della Legge 24.03.2012 n. 27, volto a determinare una nuova disciplina nelle relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli ed agroalimentari (lo scopo della norma, che ottempera ad una precisa Direttiva Europea, è finalizzata a favorire una maggior trasparenza ed efficienza nel settore agroalimentare, evitando in particolare l'utilizzo di termini di pagamento eccessivamente lunghi da parte di contraenti che dispongono di maggior forza contrattuale - leggi grande distribuzione - nei confronti dei contraenti più deboli - leggi produttori agricoli -).

Il comma 3 del citato art. 62 regola i termini di pagamento nelle relazioni commerciali rendendo necessario che le nostre aziende definiscano delle modalità operative ed organizzative al fine di poter adempire puntualmente agli obblighi imposti dalla entrata in vigore di tale Legge.

Per le consegne di merci che avverranno dopo il 24.10.2012, infatti, il pagamento del corrispettivo dovrà essere effettuato, per le merci deteriorabili, entro il termine legale di trenta giorni ed entro il termine di sessanta giorni per i prodotti non deteriorabili. Il termine, che è inderogabile, decorre sostanzialmente dall'ultimo giorno del mese di ricevimento della merce.

Il mancato rispetto dei termini, oltre a dare diritto al venditore di applicare gli interessi di mora (vedi art. 5 comma 3 del Decreto Ministro delle Politiche agricole, alimentari e fo-restali di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico) maggiorati di 2 punti (attualmente gli interessi risultano pertanto abbastanza elevati), stabilisce che il cliente stesso possa essere punito d'ufficio dall'Antitrust, che si avvale all'uopo dei controlli della Guardia di Finanza, con una sanzione amministrativa pecuniaria da 500,00 a 500.000,00 Euro (la regola vale naturalmente anche per la nostra ditta con riferimento ai pagamenti nei confronti dei nostri fornitori).

Poichè la normativa sopra richiamata impone fra l'altro la forma scritta per i contratti di fornitura, che dovranno indicare, a pena di nullità, la durata, la quantità, le caratteristiche del prodotto venduto, il prezzo, le modalità di consegna e di pagamento, in attesa di sottoporVi quanto prima un contratto quadro di fornitura, provvederemo, per ottemperare a quanto disposto dal succitato articolo di Legge, ad inserire tali elementi essenziali del contratto nel documento di trasporto (oltre che nella fattura) con la dicitura: "Assolve gli obblighi di cui all'art. 62, comma 1, del DL 24.01.2012 n. 1 convertito, con modificazioni, dalla Legge 24.03.2012 n. 27.

Inoltre, stante l'obbligo del cedente di emettere fatture separate per cessione di prodotti assoggettati a termini di pagamento differenti, già a partire dalle consegne che verranno effettuate a partire dal 24.10.2012 provvederemo ad emettere le relative fatture in maniera separata per cessioni di prodotti assoggettati a termini di pagamento differenti (una fattura per i prodotti deteriorabili ed una fattura per i prodotti non deteriorabili).

Provvederemo pertanto ad emettere regolare fattura all'inizio della terza decade di ottobre per le forniture di merci effettuate fino a tale data con pagamento in base agli accordi contrattuali in essere, mentre a partire dalla terza decade di ottobre le relative fatture riporteranno i termini di pagamento previsti dalla norma di Legge.

Di seguito Vi informiamo che, ai sensi del comma 4 del citato art. 62, sono prodotti alimentari deteriorabili quelli che rientrano in una delle seguenti categorie:

a) prodotti agricoli, ittici e alimentari preconfezionati che riportano una data di scadenza o un termine minimo di conservazione non superiore a 60 giorni;

b) prodotti agricoli, ittici e alimentari sfusi, comprese erbe e piante aromatiche, anche se posti in involucro protettivo e refrigerati, non sottoposti a trattamenti atti a prolungare la durabilità degli stessi per un periodo superiore a 60 giorni;

c) prodotti a base di carne che presentano, alternativamente, una delle seguenti caratteristiche fisico-chimiche:

" aW superiore a 0,95 e pH superiore a 5,2;
" aW superiore a 0,91;
" pH uguale o superiore a 4,5;

d) tutti i tipi di latte,

mentre tutti gli altri prodotti alimentari rientrano fra i prodotti non deteriorabili.

Naturalmente tutti i clienti con i quali le condizioni di pagamento in essere prevedano già il pagamento nei termini previsti dalla succitata norma di Legge, possono tranquillamente ignorare la presente informativa in quanto nei loro confronti nulla varierà per effetto dell'entrata in vigore della normativa in questione.

ALLEGATI